— LAMPADE A LED

Archivio
Tag "lampada"

Lampade in legno? E soprattutto: lampade a led in legno? Sembra quasi un’eresia, un mescolare una tecnologia moderna a qualcosa che esiste da sempre in natura.

applique_139-1ag_c.1-60_gibas

Perché no? Abbandoniamo i pregiudizi. Le lampade a led di design possono essere davvero quel tocco d’originalità che si cercava per la propria casa. Non si pensi allo stridore provocato tra una tecnologia moderna come l’illuminazione a led e un materiale antico quanto il mondo, ossia il legno. Lo stridore è solo immaginario.

Il legno è infatti un materiale perfetto per il design, perché può essere modellato secondo le esigenze. E una lampada a led che si avvalga di buon design è sempre un connubio capace di esercitare molto fascino. Esistono in commercio lampadari, applique come quella nell’immagine, lampade da terra, lampade da tavolo e perfino faretti a led fatti di legno.

Non significa quindi che tecnologia e materiali che osservano differenti bisogni non possano coesistere in un complemento per l’illuminazione. La tecnologia a led ha infatti a che fare con la funzionalità, con il risparmio energetico, con la luminosità e con l’assenza di calore (rispetto al passato), il legno ha a che fare con l’estetica. Da non sottovalutare appunto il fatto che una lampada a led non surriscalda: solo così possiamo usare lampade di legno ed essere tranquilli al 100%.

Continua a leggere...

Oto è una delle lampade di Vistosi che sarà presentata in anteprima al Salone del Mobile 2015.

oto-pio-e-tito-toso-per-vistosi

Si chiama Oto ed è una delle lampade che Vistosi presenterà in esclusiva nei prossimi giorni al Salone del Mobile. Otto è una lampada progettata dai designer Pio e Tito Toso ed è dotata di un’estetica morbida che le consente di essere un complemento per l’illuminazione passe par tout.

Questo significa che questa lampada può trovare la sua collocazione in molte stanze di una casa (salotto, tinello, soggiorno, cucina, camera da letto padronale), ma anche negli uffici e nei locali pubblici, oltre che su balconi e terrazze e magari anche nelle verande dei giardini. Insomma, questa lampada può essere utilizzata praticamente dappertutto o quasi.

La lampada Oto è realizzata in vetro soffiato: è composta da moduli sferoidali dai quali si emana la luce. È molto interessante appunto la sua estetica, perché la lampada si pone come una sorta di piramide rovesciata ammorbidita dall’assenza di spigoli e di linee dure.

È preferibile ricorrere a una luce bianca per rendere giustizia all’illuminazione con questa lampada, quindi niente lampadine colorate, anche qualora il resto dell’arredamento abbia un colore predominante differente dal bianco. Un colore differente distoglierebbe l’attenzione dalla bellezza del vetro soffiato di cui la lampada è composta.

Continua a leggere...

Chi lo dice che nei grandi uffici la migliore illuminazione possibile sia fornita da luci al neon?

iifcooperprod031015

Ricacciamo via dalla mente le immagini dell’illuminazione nei grandi uffici: quelle immagini sono costellate di luci al neon, antiquate, che consumano tanto. Basti pensare che tempo addietro emerse la notizia di una luce al neon dimenticata accesa per 77 anni e che ha provocato una bolletta esorbitante.

Le lampade al led, anche per l’ufficio, dovrebbero essere ben più del futuro. Dovrebbero essere infatti il presente. Non solo per i consumi bassi che le lampade al led comportano, ma grazie a tutti i passi avanti che la tecnologia, anche all’interno di questo campo, sta facendo, significa anche altri benefici.

Esistono infatti tantissimi tipi di lampade a led, da quelle che si “caricano” dal primo momento a quelle che emettono una luce più bassa ma rilassante. Quello che forse non è immediatissimo da comprendere è come una lampada a led possa illuminare grandi spazi senza ricorrere a complementi per l’illuminazione come faretti o più lampade.

Una soluzione si potrebbe trovare in un lampadario quadrangolare di forma oblunga che ricordi le vecchie lampade al neon. In questo modo, non solo non cambierebbe l’assetto della grande stanza da ufficio, ma soprattutto la luminosità sarebbe fatta salva.

Continua a leggere...